Anche a Shtat Shtatore… tutti a scuola!

24 Lug
0

Anche a Shtat Shtatore… tutti a scuola!

Kosovo - Anche a Shtat Shtatore... tutti a scuola!

 

Se la “discriminazione positiva” a favore di classi separate per gli alunni bosniaci non sembra destare particolare preoccupazione, pur penalizzando il carico degli altri insegnanti e il numero di alunni delle classi regolari, il problema più sentito dagli insegnanti kosovari, immediatamente emerso negli incontri, riguarda il “drop out” scolastico.

 

 
 

La realizzazione del progetto permette di affrontare problematiche che affliggono i bambini e le loro famiglie, ma anche la scuola, il quartiere e l’intera società kosovara. Infatti una società può svilupparsi pienamente solo se tutti i suoi membri hanno uguale accesso all’istruzione e alle risorse.

Attraverso il progetto si intende affrontare il problema delle classi destinate esclusivamente ai bambini bosniaci e RAE (Rom, Egizi, Ashkali), che sono di fatto emarginati dalla comunità scolastica.
Infine, obiettivo più ambizioso ma cruciale, si mira a portare a scuola tutte le bambine e tutti i bambini del quartiere Shtat Shtatore.

OBIETTIVI SPECIFICI:

  • Promuovere il benessere e la riuscita scolastica dei/delle bambini/e attraverso percorsi didattici rivolti agli studenti a rischio di abbandono e attività integrative rivolte a tutti gli studenti.
  • Supplire a carenze formative del sistema scolastico kosovaro in merito all’educazione interculturale, al contrasto delle discriminazioni e dell’abbandono scolastico.
  • Fornire alla scuola strumenti per monitorare il fenomeno dell’abbandono scolastico nonché favorire la collaborazione tra scuola e altre realtà locali al fine di prevenire i fenomeni di evasione dell’obbligo e di drop out.
  • Incentivare la relazione e la collaborazione tra istituzione scolastica e famiglie.
  • Promuovere il rapporto con il territorio con l’obiettivo di creare occasioni di scambio con i genitori, la popolazione del quartiere e della città.
  • Realizzare una campagna di comunicazione sociale sul tema del diritto allo studio.

 

OBIETTIVO GENERALE:

Implementare e supportare azioni educative della scuola “Xhemail Kada” di Peja/Pec, al fine di favorire l’inclusione scolastica degli alunni più vulnerabili e promuovere l’educazione per tutti.

Ridurre i fenomeni di segregazione e di dispersione scolastica, fornendo strumenti didattici e operativi che permettano di aggiornare l’offerta educativa della scuola e di favorire l’inclusione e la motivazione degli alunni più emarginati per condizione socio-economica e abitativa.

RIEPILOGO PROGETTO

Educazione, scuola, inclusione, drop out 

Docenti Senza Frontiere

 
  1. Scambio formativo in Trentino.
  2. Laboratorio di narrazione fiabe.
  3. Organizzazione e gestione di campi estivi.
  4. Miglioramento del rapporto con il territorio e della comunicazione sociale.
  5. Allestimento di un’aula informatica e formazione degli insegnanti sull’uso delle LIM.

SINTESI PROGETTO


LOCALITA’:   Kosovo

PARTNER LOCALI:   Scuola “Xhemail Kada” di Shtat Shtatore/Municipalità di Peja/Pec

PARTNER PROGETTO:   ATB/Cooperativa Sociale Arianna/Istituto Comprensivo Aldeno – Mattarello
 
CON IL SOSTEGNO DI:   Provincia Autonoma di Trento
 

REPORT CONTO ECONOMICO


DURATA PROGETTO:  2015/2017

COSTO TOTALE:   48.178,80 euro

FINANZIAMENTO:   38.543 euro

INVESTIMENTO DIRETTO:   9.635,80 euro

Categoria:

Lascia un commento