SCUP

PERCHÉ FARE SERVIZIO CIVILE?

Di certo per orientarti nel mondo del lavoro! Ma anche per avere un’opportunità di crescita, metterti alla prova, acquisire competenze attraverso la formazione e le attività previste dal progetto. E perché no? Per avere un piccolo compenso che ti consente una minima autonomia economica!
Qui sotto potete trovare altri ragazzi che hanno deciso di intraprendere questa avventura e tutto ciò che il Servizio Civile con Docenti Senza Frontiere ha offerto loro.

Giovani attivi con i quaderni solidali

luglio 2020 - giugno 2021

Giulia Iuculano
Giulia Iuculano
Giulia Iuculano

Identikit: Perito ragioniere con un’attenzione particolare per il marketing e la comunicazione pubblicitaria, si muove con entusiasmo e giovialità dando sempre il 110%.

Il progetto annuale avviato in luglio, in una “pausa” dell’emergenza Covid-19, ha individuato in Giulia un’attenta interprete, che ha contribuito alla gestione dell’edizione 2020 della Campagna Quaderni Solidale e alla riprogrammazione dell’edizione per l’anno scolastico 2021-22. I limiti dettati dalle disposizioni Covid hanno di fatto ricondotto l’attività promozionale e organizzativa all’uso dei social, delle email e al dialogo telefonico. Proprio la comunicazione commerciale e sociale dell’organizzazione, mediante la redazione del Bilancio sociale e la cura delle relazioni con donatori, soci e volontari in primis, ha costituito il focus di questa realizzazione così “particolare” del progetto.

L’arte di programmare in campo associativo

maggio 2019 - gennaio 2020

Fosca
Fosca Pavanini
Fosca Pavanini

Identikit: neolaureata in Relazioni Internazionali e alla ricerca di un indirizzo lavorativo nel Terzo Settore, sa fare buon uso della lingua scritta e parlata, generosa, caparbiamente non cede dinanzi a una difficoltà.

Il progetto di 9 mesi avviato nel maggio 2019 ha visto Fosca come protagonista. Posta al coadiuvo nella gestione di due progetti di cittdinanza attiva sul territorio trentino sui beni comuni e per il supporto formativo ai lavoratori a partita iva, specie quelli della comunità rom, la giovane ha avuto un’attenta formazione sulla progettazione e sulle tecniche di gestione, monitoraggio e rendicontazione di un progetto. Poi il tutto è stato testato sul campo, con un processo di learning by doing caro all’associazione. Fosca ha quindi partecipato a incontri con partner e donor dei progetti, ha contribuito alla realizzazione delle attività e all’elaborazione grafica di volantini, ed è stata coinvolta nelle fasi di debriefing e rendicontazione dei progetti. Un lavoro accurato nello sviluppo dell’intero ciclo del progetto, che ha consentito alla giovane di acquisire conoscenze e metodo di lavoro, nonché un orientamento nel complesso mondo dell’associazionismo.

Digitalizziamoci

maggio - novembre 2019

Naoufal
Naoufal Hosni
Naoufal Hosni

Identikit: neolaureato in Comunicazione digitale, cerca di interpretare al meglio le esigenze e di trasformarle in processi online, minuzioso e accurato nella messa in opera del suo “castello virtuale”

Avviato anch’esso a maggio 2019 e attivo per 7 mesi, il progetto dava ad un giovane la possibilità di mettersi alla prova nel settore informatico. Naoufal, il giovane selezionato, ha collaborato a rinnovare il sito web dell’associazione tramite attività di back-end, ha analizzato i dati delle relative pagine dei social media e ha supportato la gestione di sistemi operativi, applicativi in uso, di security e di strumenti di rete all’interno dell’associazione. Grazie al supporto del suo OLP ha potuto interfacciarsi e proporre significative migliorie al sistema informatico dell’associazione, nonché formulare una ipotesi progettuale per un gestore di sistema rivolto esclusivamente alle associazioni anche in stretta relazione con altri partner aziendali del Trentino.

Te li do io i quaderni

novembre 2018 - ottobre 2019

Elena Mora
Elena Mora
Elena Mora

Identikit: neodiplomata al Liceo Linguistico e in attesa di ammissione alla Laurea da interpreti e traduttori, calciatrice e babysitter, attenta studiosa e ingegnosa interprete degli incarichi assegnati.

È stato il primo progetto di SCUP attivato dall’associazione. I 12 mesi di durata del progetto hanno consentito a Elena di essere pienamente coinvolta in una delle attività principali di DSF sul territorio trentino: la Campagna Quaderni Solidali. Elena ha fornito un grosso contributo all’attivazione della Campagna nel delicato momento di passaggio alla piattaforma digitale di raccolta delle adesioni (shop. docentisenzafrontiere.org/campagnaquaderni), che ha contribuito a costruire e a conoscere insieme ai volontari e allo staff dell’associazione. La giovane ha inoltre partecipato a incontri di programmazione e di promozione della campagna con docenti, dirigenti e genitori all’interno delle scuole, ha provveduto a monitorare le adesioni e a mantenere le relazioni con le famiglie; ha avuto un ruolo centrale sul piano della co¬municazione e promozione nonché nella riprogettazione della Campagna per l’anno 2020/21.