Diritto allo studio nella casa circondariale di Trento

  • Home
  • Diritto allo studio nella casa circondariale di Trento
24 Lug
0

Diritto allo studio nella casa circondariale di Trento

Sostenere il diritto allo studio nella Casa Circondariale di Trento

 

Il progetto permette a tutti gli iscritti ai corsi scolastici in carcere di accere ai materiali didattici, indipendentemente dalle disponibilità economiche.

OBIETTIVI:

  • Dare agli studenti la possibilità di avere una qualificazione professionale.
  • Offrire un intervento che abbia esiti, in termini di cambiamento, su lungo tempo.
RIEPILOGO PROGETTO

Attività straordinaria in campo sociale/assistenziale

Docenti Senza Frontiere

La popolazione residente nel sobborgo di Mattarello che non è presente nella vita comunitaria, non usufruisce dei servizi presenti e fatica a lasciarsi coinvolgere nei momenti di aggregazione comunitaria

 
  1. Risposta al diritto di ogni persona di poter accedere a un’istruzione in grado di fornire strumenti adeguati per muoversi nel contesto sociale con responsabilità e autonomia.
  2. Promozione di maggiore consapevolezza dei comportamenti adeguati per partecipare in modo attivo del contesto sociale promuovendo un atteggiamento riflessivo sulla propria esperienza di vita.
  3. Acquisizione di competenze professionali utili a favorire un inserimento attivo nel mondo del lavoro.
  4. Sostegno della motivazione ad apprendere come “imparare ad imparare” per conseguire un sapere che serve a mantenere una qualità di vita dignitosa nella legalità.
  5. Fornitura di quaderni e materiale scolastico.

SINTESI PROGETTO


LOCALITA’:   Italia – Trento

PARTNER LOCALI:  

PARTNER PROGETTO:   Liceo delle scienze umane Antonio Rosmini

CON IL SOSTEGNO DI:   Comune di Trento – Servizio Attività Sociali

REPORT CONTO ECONOMICO


DURATA PROGETTO:   /

COSTO TOTALE:   1.569,22 euro

FINANZIAMENTO:   941,53 euro

INVESTIMENTO DIRETTO:   627,69 euro

Categoria:

Lascia un commento