Art. 27: il diritto alla scuola per rieducarsi

24 Lug
0

Art. 27: il diritto alla scuola per rieducarsi

Art. 27: il diritto alla scuola per rieducarsi

 

Il progetto intende attivare una forma di incentivazione economica per studenti detenuti che li metta nelle condizioni migliori per investire nella propria formazione e iniziare a progettare per se stessi una vita all’insegna della legalità.

 

 
 

OBIETTIVI:

  • Dedicare il tempo e le energie allo studio e completare il proprio percorso scolastico;
  • dare la possibilità a studenti detenuti di reinserirsi al meglio nella società italiana;
  • dare una svolta alla propria vita e interrompere un percorso di illegalità, grazie alla scuola.
RIEPILOGO PROGETTO

Educazione allo sviluppo

Docenti Senza Frontiere

Studenti detenuti e iscritti alla scuola secondria di primo e secondo grado.

Sono coinvolti 40 studenti (sia uomini che donne), così distribuiti:
20 scuola secondaria di 1° grado,
10 scuola secondaria di 2° grado “Istituto Alberghiero”,
10 scuola secondaria di 2° grado “liceo” (classi dalla 1° alla 5°).

  
 

Si attivano delle borse di studio per dare supporto ai detenuti che vogliono completare il loro percorso scolastico.

    1. Definizione dei criteri di attribuzione delle borse di studio, fatta dal liceo Rosmini e DSF.
    2. Individuazione degli studenti destinatari della borsa di studio.
    3. Conferimento della borsa di studio.
    4. Verifica dell’andamento del progetto per confermare o revocare la borsa di studio.
    5. Valutazione e comunicazione dei risultati raggiunti.

SINTESI PROGETTO


LOCALITA’:   Italia – Trento

PARTNER LOCALI:   Liceo Scienze Umane A. Rosmini

PARTNER PROGETTO:  Istituto Alberghiero Trentino di Levico
 
CON IL SOSTEGNO DI:  Fondazione Cassa Rurale di Trento
 

REPORT CONTO ECONOMICO


DURATA PROGETTO: 2018-2019 

COSTO TOTALE:   20.000 euro

FINANZIAMENTO:   10.000 euro

INVESTIMENTO DIRETTO:   10.000 euro

Categoria:

Lascia un commento