Mostra “Il Peso delle Parole”

30 Mag
0

Mostra “Il Peso delle Parole”

"Povertà e diritto al cibo"

2021 "IL PESO DELLE PAROLE"

Liceo Artistico A. Vittoria di Trento

Quaderno Etico 2021 – Disegno Tecnico IN VOTAZIONE- Liceo Artistico A.Vittoria – Trento

Ci sono quattro cose che non tornano più indietro.
Una pietra, dopo averla lanciata.
una parola, dopo averla detta.
un’occasione, dopo averla persa.
E il tempo, dopo essere stato sprecato.
(Bob Marley)

Le parole sanno trasformarsi alle orecchie di chi ascolta: un bambino che si sente dire “sei bello cicciotto” potrebbe pensare di essere bello e piacevole, oppure l’opposto, brutto e sgradevole. Quindi bisogna stare molto attenti quando parliamo, anche quando si crede di non dire nulla di male.
Le parole sono un grande baule del tesoro: ce ne sono tante ed è importante scovare quelle giuste. Vuoi dire a un tuo amico o amica che è simpatica? Puoi dirle anche che è gentile, cortese, piacevole, divertente… Ogni termine ha una sfumatura diversa.
Le parole sono importanti perché tu possa farti capire come vorresti: per raccontare una cosa con precisione, devi usare le giuste parole. Altrimenti chi ti ascolta non capisce e non ti crede.
Le parole sono potenti. Possono commuovere, irritare, convincere. Ma soprattutto sono l’unica possibilità che abbiamo per dire la verità; dobbiamo raccontare le cose vere che accadono cercando nel baule del tesoro le parole appropriate. Se scegliamo le parole sbagliate, possono nascere molti guai. Le parole sono come i sassi: dovremmo scolpire questo concetto nei nostri cuori, per ricordarci che ogni cosa che diciamo o scriviamo potrebbe portare a delle conseguenze, e non sempre piacevoli.
Se vogliamo pensare in modo profondo e intelligente, è necessario anche parlare bene. E scrivere bene! Perché anche le parole scritte sono importanti e se non riflettiamo prima di scrivere, soprattutto quando si digitano i brevi e veloci messaggi sul cellulare, rischiamo di lasciare messaggi offensivi senza rendercene conto. Eppure quei brevi testi possono fare molto male: le parole possono essere pericolose.

Le parole sono anche buffe. Si può giocare molto con le parole. Avete mai provato a sostituire o togliere o aggiungere una lettera a una parola per scoprirne un’altra dal significato tutto diverso? Per esempio, sostituendo una lettera, Ponte diventa Fonte; Carino diventa Marino; togliendo una lettera, Parole diventa Prole; Pietra diventa Piera o Pietà o Petra; aggiungendo una lettera, Capire diventa Carpire; Umore diventa Rumore. Un piccolo errore fa cambiare il senso di ciò che si intende dire!
Le parole si travestono quando viaggiano in Paesi diversi. Se racconti a un bambino spagnolo di aver mangiato pane e “burro”, penserà che hai mangiato pane e “asino”. Se una mamma russa dice che ha un “sin” significa che ha un figlio; una mamma inglese capirà che invece ha un “peccato”; se dici a una bambina tedesca che hai “tante” mele, capirà che hai una “zia” mela; se un bambino francese ti ringrazia, scriverà “merci”, ma tu non dovrai pensare che sta passando un treno merci… È un mondo divertente, quello delle parole!

Le parole sono fondamentali per la nostra vita: grazie a loro scegliamo i nostri amici, le cose che ci piace fare, magari perché abbiamo letto un libro o visto un film. Le parole insomma raccontano di te che le pronunci, quindi le devi pensare bene. Sono la tua presentazione, la tua identità: che cosa voglio che gli altri capiscano di me? Con le parole soprattutto si possono cambiare tante cose: anche tu puoi cambiare il mondo, in meglio, con le parole!

Questo quaderno, all’interno della Campagna Promozione Quaderni Etici sostenuta da Docenti Senza Frontiere nasce dal coinvolgimento e dalla partecipazione attiva di:

Studenti, studentesse e insegnanti del Liceo d’Arte “A. Vittoria” di Trento che hanno elaborato immagini utilizzando varie tecniche pittoriche ispirate al tema;

Genitori, studenti, studentesse, insegnanti di Istituti Comprensivi e Scuole primarie e della provincia di Trento che, all’interno di una riflessione sulle modalità di espressione della cittadinanza attiva, hanno votato il miglior disegno di copertina della mostra Quaderni Etici 2021.

docentisenzafrontiere
Categoria: