log in
          

" Aun aprendo" Imparo ancora

  • Letto 2294 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)

"Noi siamo mortali, certo, ma non solo.
Siamo anche natali.
Nasciamo più volte , se compiamo i passi che la vita richiede..: morire alla nostra infanzia e adolescenza per assumere la responsabilità adulta; morire alla forza della maturità per entrare nella vecchiaia fragile...
E' il pensiero della nostra continua "natalità" che permette a ciascuno di contribuire alle dinamiche vitali, come la giustizia, la pace, la libert?, e di stare lontani da quelle mortali, dalle
esclusioni e dalle violenze"

Auguri cari a tutti voi amici e Docenti Senza Frontiere!
Quali auguri scambiarci? Cosa augurarci?
In un momento di forte crisi sociale e ambientale, appare inquietante che, anche alla luce dei recenti fatti in Pakistan, si violi in modo sempre più sistematico e intenzionale, il diritto all'istruzione, soprattutto delle bambine e dei bambini. Diffondendo l'ignoranza, colpendo il diritto alla conoscenza, alla curiosità, all'educazione si vuole togliere il diritto a realizzarsi come persone e, contemporaneamente, si intende rallentare il cambiamento sociale, ostacolando la diffusione di una mentalità di pace, di cui la Scuola è da sempre sostenitrice, in grado di promuovere il conseguimento di un bene comune.

C'è un disegno di Goya, forse un autoritratto, esposto al Prado:
rappresenta una persona anziana, che, con molta fatica, prova a camminare ancora nonostante l'età, aiutandosi con due bastoni.
In alto è riportato il titolo che l'artista ha voluto dare alla sua creazione:"Aun aprendo" Imparo ancora.

Imparo ancora, vorremmo venisse gridato con forza da tutti i bambini e le bambine che hanno visto uccidere i loro compagni perchè andavano a scuola.

Imparo ancora, vorremmo affermassero i nostri studenti al termine del loro percorso di studi perchè, grazie anche al nostro lavoro, in loro è rimasto il desiderio di conoscere.

Imparo ancora, vorremmo riuscissimo a sostenere come docenti, consapevoli dell'importanza del nostro ruolo, nonostante la fatica degli anni d'insegnamento, lo scarso riconoscimento economico e sociale, il disorientamento legato al cambiamento in atto.

Imparo ancora, da tutti e da tutto, perchè sono la conoscenza e la curiosità che ci permettono di rompere le barriere dell'individualismo per lavorare al bene comune, ad una qualità di vita rispettosa della dignità umana di ognuno, alla realizzazione di una società educante.

Imparo ancora, dunque perchè l'anno 2015 sia veramente nuovo, ci faccia sentire la sete di conoscenza per attrezzarci nel superare le frontiere quotidiane e ci apra agli orizzonti più ampi del mondo, per scoprire, incuriositi e stupiti, l'umano che c'è in ognuno.

Imparo ancora: questo è l'augurio che come Docenti Senza Frontiere vogliamo inviare a tutti voi, che sostenete e condividete le finalità dell'Associazione, e che, con la vostra presenza continua, stimolante e arricchente ci fate imparare qualcosa di nuovo ogni giorno e ci rafforzate nel proseguire.

Buon Natale e Buon Anno Nuovo senza frontiere!

          


Log in - Area Riservata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.