log in

Progetti Glocali

ART 27: Il diritto alla scuola per rieducarsi

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il progetto intende attivare una forma di incentivazione economica per le persone detenute che li metta nelle migliori condizioni di partecipare all'offerta formativa, investendo nella propria formazione, e iniziando a progettare per sé vite costruite dentro la legalità.

Titolo Progetto    ART 27: Il diritto alla scuola per rieducarsi
Tipo di progetto

L’obiettivo del progetto è sostenere il reinserimento sociale di detenuti, attraverso l’attivazione di una borsa di studio a supporto di coloro che in carcere intendono frequentare la scuola secondaria di primo e secondo grado per completare il loro percorso di alfabetizzazione scolastica finalizzata ad un effettivo inserimento nella società Italiana.
Questo progetto si inserisce infatti in una azione che di alcuni anni il liceo Rosmini e DSF svolgono al interno della Casa Circondariale di Trento con un percorso di scuola superiore che coinvolge un gruppo di docenti e studenti motivati alla loro riabilitazione sociale.

Destinatari

Erogazione di borse di studio mensili dell’importo di 90€ mensili netti (100€ lordi) per 8 mesi di scuola.

Studenti coinvolti: 32, così distribuiti:
12 istituto alberghiero
10 scuola media
10 liceo (classi dalla 1° alla 5°)

Impatto

Ci si attende che gli studenti coinvolti possano scegliere con libertà di frequentare la scuola, dedicare il loro tempo ed energie allo studio e ottenere dei buoni risultati.

Alcune esperienze significative di studenti che hanno finito di scontare la pena mostrano segnali incoraggianti nella direzione di un reinserimento. Queste persone, pur fra mille comprensibili difficoltà, hanno maturato soprattutto attraverso la scuola la possibilità teorica e concreta di cambiare verso alla propria vita e interrompere un percorso di illegalità.

La prospettiva di fondo è, in piena sintonia con la Costituzione, quella di una sanzione penale che solo nel garantire diritti e opportunità può migliorare la sicurezza e la qualità della vita di tutti.

Sintesi delle attività 

Quest’anno prende avvio un percorso di formazione nel settore alberghiero che in due anni porta alla qualifica di cuoco. Le ore delle lesioni si svolgono in orario lavorativo, quindi alcuni persone non possono partecipare per che non potendo rinunciare al lavoro per ragioni economiche non sono nelle condizioni di poter frequentare la scuola.
La scuola in carcere, però, riscontra difficoltà legate alla sovrapposizione degli orari scolastici con quelli di possibili attività lavorative: alcune persone per ragioni economiche sono costrette a rinunciare alla scuola per lavorare.
Il progetto intende attivare una forma di incentivazione economica per le persone detenute che li metta nelle migliori condizioni di partecipare all'offerta formativa, investendo nella propria formazione, e iniziando a progettare per sé vite costruite dentro la legalità.
Si intende riservare questa opportunità agli studenti di scuola media e superiore perché impegnano gli studenti da 20 a 25 ore settimanali per otto mesi. I corsi di alfabetizzazione, invece, sono più brevi (bimestrali) e occupano un numero inferiore di ore settimanali. Sono pertanto più compatibili con l’attività lavorativa.

Entro dicembre 2017
Il liceo Rosmini di Trento, responsabile della scuola in carcere, in accordo con Docenti Senza Frontiere definirà i criteri di attribuzione delle borse di studio.
Individuazione degli studenti destinatari della borsa.
Da dicembre 2017 – giugno 2018
Conferimento della borsa di studio a scadenza stabilita e sulla base dei criteri definiti dalla scuola.
Verifica in itinere dell’andamento del progetto per confermare o revocare la borsa.
Giugno 2018
Valutazione e comunicazione dei risultati raggiunti.

Partner  Liceo Antonio Rosmini di Trento
Referente Miriam Rossi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Costo Progetto € 20.000,00 
Finanziamenti  esterni Fondazione Cassa Rurale di Trento: € 10.000,00


Log in - Area Riservata

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.