log in

News Educazione Globale

60 Storie diventa teatro

In evidenza 60 Storie diventa teatro
Vota questo articolo
(0 Voti)

60 storie a teatro

Il progetto "60 storie a teatro", attraverso lo strumento della narrazione teatrale, mira alla promozione della cultura della solidarietà e vuole rappresentare un'occasione di riflessione sul significato di cittadinanza globale attraverso l'approccio di cooperazione di comunità per i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado e per i loro insegnanti.
La proposta trae ispirazione dalla volontà di utilizzare il linguaggio teatrale per divulgare le storie pubblicate nel blog www.60storie.com. Tali storie sono state raccolte per narrare l'impegno delle persone che nei diversi territori (Balcani, Mozambico, Vietnam e Trentino) sono state coinvolte nei progetti di cooperazione internazionale. Dopo aver condiviso le testimonianze e le storie di vita, GTV, CAM e ATB, al fine di perseguire l'obiettivo di diffusione del loro operato, hanno deciso di dare continuità al progetto proponendo la realizzazione di uno spettacolo teatrale liberamente ispirato alle 60 storie contenute nel blog per proseguire il ragionamento sull'importanza della cooperazione di comunità quale strumento per uno scambio virtuoso a livello culturale, formativo, economico tra Paesi che si trovano ad affrontare i problemi di un mondo sempre più interdipendente.
Grazie alla collaborazione con DSF- Docenti Senza Frontiere, il progetto 60 storie a teatro, pensato per essere rivolto all'intera cittadinanza, si propone di essere collocato all'interno delle scuole al fine di perseguire i suoi obiettivi, ovvero: l'accrescimento della consapevolezza rispetto alla ricchezza e alla varietà di tradizioni e culture presenti nel mondo, il coinvolgimento dei giovani attraverso lo scambio di esperienze, la sensibilizzazione ai temi della solidarietà internazionale, la conoscenza di territori geograficamente lontani e la promozione della cittadinanza attiva dei giovani.
Tale iniziativa comporta il coinvolgimento di diversi enti e organizzazioni impegnati nel campo della solidarietà tra i popoli, dell'educazione allo sviluppo, dell'arte e dello spettacolo. La proposta è da intendersi come possibile integrazione del Piano dell'offerta formativa degli Istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado.

Proposta per le suole

Si tratta di uno spettacolo teatrale, pensato, scritto e interpretato per l'occasione dalla Compagnia teatrale Estroteatro di Trento (www.estroteatro.it) in collaborazione con le tre Associazioni proponenti.
La rappresentazione ruota attorno alle vicende di tre operatori della solidarietà internazionale che decidono di intraprendere un'esperienza in uno dei territori coinvolti: Balcani, Mozambico, Trentino e Vietnam. Le storie dei tre protagonisti si intrecciano tra loro, lasciando spazio altresì agli incontri che questi viaggi portano con sè. L'accento viene dunque posto sull'importanza dello scambio, del confronto tra le culture, a volte anche dello scontro tra queste ultime, sulle difficoltà ma anche sui momenti divertenti dell'essere stranieri in un altro Paese. Una storia, dunque, che si dipana in diversi racconti di vita che però proseguono congiuntamente in una sorta di racconto corale. I protagonisti si trovano infine diversi da come sono partiti: sono cresciuti, hanno abbandonato le loro paure e i loro pregiudizi, hanno viaggiato e scoperto, si sono confrontati e sono quindi pronti a tornare più consapevoli del mondo che li circonda ma soprattutto di loro stessi.
Lo spettacolo avrà luogo su richiesta delle scuole interessate con possibilità di accordarsi sulla location (teatro oppure auditorium) e sull'orario. In accordo con la scuola, per la copertura dei costi di realizzazione (compagnia teatrale e logistica), sarà richiesta una contribuzione simbolica di circa 3 euro a studente. La rappresentazione teatrale avrà la durata di circa 75 minuti. In accordo con gli insegnanti sarà inoltre possibile prevedere alcuni interventi nelle classi al fine di introdurre gli argomenti che verranno proposti durante lo spettacolo. La proposta potrà realizzarsi nei mesi tra marzo e giugno 2015, a seconda delle disponibilit? dei singoli Istituti.

Chi sono i soggetti proponenti

"CAM- Consorzio Associazioni con il Mozambico Onlus" è una organizzazione costituita da alcune associazioni trentine: APIBIMI, A Scuola di Solidarietà, CUAMM Medici con l'Africa e Trentino, Ingegneria Senza Frontiere " Trento (fino al 2012), MLAL " Trento, Sottosopra (fino al 2012) e ACCRI (dal 2013).
Il CAM è il soggetto che gestisce il programma di cooperazione "Il Trentino in Mozambico, il Mozambico in Trentino", basato su un accordo politico tra Provincia Autonoma di Trento e Provincia di Sofala e che coinvolge, attraverso il "Tavolo Trentino con il Mozambico" numerose e variegate realtà trentine, sia enti che singoli volontari. Dal 2001 il programma ha sviluppato un articolato intervento nel distretto di Caia, che spazia in diversi settori: educazione prescolare e dei bambini svantaggiati, formazione degli insegnanti, promozione della salute attraverso iniziative di sensibilizzazione e di assistenza domiciliare, sviluppo rurale e sostegno alle microimprese agricole, microcredito, pianificazione territoriale, costruzioni, acqua e sanitation e con una radio comunitaria. In Trentino viene promosso un programma attraverso gruppi di appoggio settoriali e con attività volte a far conoscere la cultura mozambicana e a sensibilizzare verso i temi della "cooperazione di comunità".
Per info e approfondimenti: www.trentinomozambico.wordpress.com.

 ATB- Associazione Trentino con i Balcani coordina da oltre dieci anni le esperienze di cooperazione e solidarietà internazionale fra la comunità trentina e diversi territori del Sud Est Europa, con un'attenzione particolare per le città di Pej/Pec (Kossovo), Kraljevo e Niš (Serbia) ma anche per Bosnia Erzegovina (Prijedor), Montenegro e Albania. Nata dal mondo dell'impegno per la pace e per la solidarietà durante le guerre degli anni Novanta, ATB lavora oggi alla costruzione di un'Europa più aperta e inclusiva. Coinvolge numerosi soggetti, pubblici e privati, e singoli cittadini delle diverse realtà in progetti volti a promuovere i diritti umani, l?inclusione sociale dei gruppi marginali, la parit? di genere, lo sviluppo locale, l?empowerment giovanile e la cittadinanza attiva.
Per info e approfondimenti: www.trentinobalcani.wordpress.com.

" GTV- Gruppo Trentino di volontariato Onlus " un'organizzazione non governativa che si occupa di solidarietà internazionale dal 1999. Dopo 15 anni di entusiasmo e progetti, GTV gestisce oggi i singoli progetti e il programma Sostegno a distanza con l'approccio di cooperazione di comunità. In Vietnam questo significa aver scelto di operare solo nel distretto rurale di Son Dong coinvolgendo diversi settori in maniera integrata: educazione, acqua e sanità, cibo, economia rurale, ambiente. Un'attenzione particolare viene garantita alla reale partecipazione degli attori della comunità. In Trentino è forte l'impegno per il coinvolgimento attivo della popolazione tramite progetti e singole azioni per l'educazione alla cittadinanza globale.
Per info e approfondimenti: www.gtvonline.org.



Log in - Area Riservata